Coldiretti Puglia,molte aggressioni lupi

"Si stanno moltiplicando le denunce di aggressioni dei lupi ai danni di manze anche da 400 chili, vitelli e pecore nelle province di Bari e Taranto, in particolare a Putignano, Noci, Martina Franca e Mottola. Le prede spariscono perché i lupi le portano via o vengono azzannate alla giugulare e lasciate morte in loco, oppure se ne ritrovano solo brandelli". Lo afferma il presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia, evidenziando la necessità di "innalzare il livello di allerta e programmare efficaci attività di riequilibrio della fauna selvatica che mette a repentaglio la stessa incolumità delle persone". "Soprattutto - aggiunge - bisogna urgentemente 'sbloccare' la legge regionale che ha codificato le misure contro i danni da fauna selvatica, ma è stata impugnata dal Governo". "Il fenomeno è in crescita - aggiunge il direttore di Coldiretti Puglia, Angelo Corsetti - perché durante il periodo estivo i lupi si sono spostati in Basilicata alla ricerca di acqua, mentre nelle ultime settimane sono tornati in Puglia dove vanno a caccia". "In Puglia - prosegue - sono enormi i danni causati dalla fauna selvatica. I cinghiali distruggono le coltivazioni e attaccano gli uomini e gli animali allevati, gli storni azzerano la produzione di olive e distruggono le piazzole, le lepri divorano letteralmente interi campi di ortaggi, i cormorani mangiano i pesci negli impianti di acquacoltura, i lupi aggrediscono e sbranano pecore, mucche e capre, in barba a recinzioni e reti, con un danno pari ad oltre 11 milioni di euro".(ANSA).

Altre notizie

Notizie più lette

  1. PugliaLive
  2. IlFatto.net
  3. Quotidiano Italiano Bari
  4. IlFatto.net
  5. IlFatto.net

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Terlizzi

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...